Aasen tipo C - sito dedicato agli armamenti italiani

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bombe a mano italiane WW1 > difensive

Prodotta dalla S.A.D. danese prende il nome dal suo inventore Aasen.
L' Italia le adottò nel 1912 per le esigenze della guerra in Libia, nel 1915 quelle ancora presenti nei magazzini furono distribuite alle armate.

Leggermente più piccola e leggera del modello A2, differisce per la presenza di una massa battente sulla cupola che funge da tappo per l' inserimento della capsula del detonatore e anche da contrappeso.

La forma è cilindrica alla base e emisferisca superiormente, la carica è contenuta all' interno del corpo cilindrico mentre la frammentazione composta da 140 pallette da 3 grammi incollate  in un altra calotta semisferica superiore.

Il meccanismo di sicura è il medesimo della A2 col cordino al polso del lanciatore che libera lo spillo del percussore inerziale contenuto nel manico.

Materiale

Dimensioni

Peso

Carica

Corpo in lamiera ferrosa
Manico in legno
Paracadute in tela
Tappo zama

diametro circa 70 mm per 300 di lunghezza

da 950 a 1040 grammi

220 gr di "Echo"
oppure
310 gr "Tritolo"

Torna ai contenuti | Torna al menu