Petardo Difensivo P.D. - sito dedicato agli armamenti italiani

Vai ai contenuti
Bombe a mano italiane WW1 > difensive

Nel 1917 si cerco una sorta di evoluzione e di standardizzazione delle dotazioni di bombe a mano del nostro esercito.
Tale evoluzione riguardò particolarmente le bombe a mano.


Di fatto il petardo Thevenot (nelle sue tre varianti offensivo, difensivo, incendiario) così largamente utilizzato dai nostri soldati, si rivelava assai pericoloso in caso di mancati scoppi in quanto il detonatore a molla privo della sua sicura esplodeva poi al minimo urto.
Durante un attacco poteva capitare che le truppe rimanessero esse stesse vittima urtando i petardi inesplosi sul terreno.
Ciò portò allo studio di una spoletta ad impatto.
Nacque la "Olergon" e con essa nei primi mesi del 1918 si crearono le tre nuove tipologie di petardi:
Le incendiarie
Le offensive
Le difensive
Tutte avevano in comune la spoletta e differivano solamente per il contenitore con la carica.



Potente ordigno difenvo, tuttavia realizzata in quantità molto basse e per questo assai raro da trovare.

Esternamente è quasi uguale al PO (PD è leggermente più basso) ma al suo interno alloggia la medesima frammentazione in ghisa delle ballerine.

Esternamente si distingue per:
Corpo in lamiera zincata di colore grigio-verde con riga rossa e scritta PD gialla
oppure

Corpo in lamiera zincata di colore grigio-verde con riga rossa e scritta PD ricavata da mancanza di vernice e quindi colore argento (metallo zincato)






Il peso totale carico di circa 670/680 grammi ne permetteva il lancio a 30 metri ed il raggio di letalità delle schegge arrivava fino a 40 metri.

MATERIALE

DIMENSIONI

PESO

ACCENSIONE

CARICA

corpo in lamiera grigio-verde con riga rossa e scritta PD gialla

manicotto interno in ghisa

Corpo diametro 63 mm per 70 mm di altezza

altezza totale 116 mm compreso spola

circa 680 grammi
carico

percussione con spola olergon

echo
circa 60 grammi

Uno degli articoli più falsificati sul mercato della militaria, quasi sempre si tratta di ballerine a cui viene ricostruito il fondo ed applicato un pozzetto porta spola olergon proveniente dagli abbondanti PO marci che vengono ritrovati (9 su 10 di quelli che ho visto in vendita sono falsi).

Quando vi viene offerto un PD con il fondo ed il colletto stuccato o ristagnato siete di fronte ad un falso.


Torna ai contenuti | Torna al menu